I nostri articoli

La menopausa è uno dei momenti fondamentali nella vita di ogni donna, segna definitivamente psiche e corpo trasportandoli in una fase nuova, trasformativa, in cui i cambiamenti sono spesso inevitabili e vissuti come inesorabili. Se infatti grandi cambiamenti psicofisici accompagnano anche la pubertà con l'arrivo del menarca e la gravidanza, la menopausa ne rappresenta il momento ultimo, evolutivo ma anche vissuto come progressivamente regressivo, punto alto di non ritorno dell'arco della vita di una donna.

Il termine menopausa deriva dal greco "μήν" (mén- gen. μηνός), mese, e "παὒσις"(pausis), cessazione, fine cioè delle mestruazioni e quindi del periodo fertile. Contenendo in sé la parola fine, cessazione, porta di conseguenza insieme al significato biologico, quello psico-sociale di termine della giovinezza, della possibilità di fare figli, di inizio dell’invecchiamento.

Di qui un significato e insieme un vissuto con un’accezione prevalentemente negativa, accanto a dei sintomi psico-fisici a volte importanti, che hanno portato nel corso degli anni anche a medicalizzare quello che è a tutti gli effetti un periodo fisiologico.

Leggi tutto

“Non dovrebbe essere così” è il titolo di una ricerca sulla menopausa precoce. Un titolo che lascia immaginare quanto ormai tendiamo ad avere un controllo sempre maggiore della nostra vita e, forse, in esso includiamo anche il riuscire a creare una famiglia.

Una diagnosi di menopausa precoce ci risveglia violentemente, ci riporta ad una realtà non preventivata. Non è ancora arrivato il suo tempo. Non dovrebbe essere così.

Inizia una vera e propria sfida all’autostima, un nuovo confronto con preoccupazioni mediche, sociali e personali.

Leggi tutto

Chi più e chi… meno. Ma stavolta il “meno” diventa più forte, più acuto, più in alto. È la soglia del dolore, della paura, dell’ansia che ti prende e ti tira via. Ogni donna ci arriverà; ogni donna lo sa: arrivati (arrivate) agli “anta” bisogna metterla in calendario. Quando arriva arriva, la Menopausa: c’è chi la accoglie con gentilezza e chi, invece, la vede come un ospite indiscreto, aggressivo, invadente, addirittura violento.

Leggi tutto

Abbiamo intervistato la Dott.ssa Annalidia Sammartino specialista in Ginecologia e Ostetricia, da sempre interessata alle problematiche ormonali delle donne, in particolar modo delle tematiche correlate alla menopausa ed ai cambiamenti delle donne in questa cosi importante fase biologica della vita.

La Dottoressa ha conseguito, nella Sua carriera accademica, il titolo di Dottore di Ricerca in “Riproduzione, Sviluppo e Accrescimento dell’Uomo” presentando una Tesi inerente proprio le problematiche postmenopausali, in particolar modo quelle inerenti le conseguenze a breve e lungo termine di tale condizione ormonale e le possibili terapie da utilizzare comprese quelle alternative alla classica terapia ormonale sostitutiva (HRT).

Leggi tutto

Non ci pensiamo; e se ci pensiamo lo facciamo di sfuggita e poi, immediatamente, ricacciamo in gola l’idea: menopausa? No, io no; ancora no.

Sono quei giorni un po’ senza nome, ci mettiamo in strada come al solito e ci accorgiamo, all’improvviso, che c’è una “segnaletica” diversa. I giorni della PREMENOPAUSA. Cos’è? Come si manifesta?

Si tratta di una fase di transizione, una sorta di “anteprima” che può durare anche – udite udite –sei/otto anni. Ansia, depressione, senso di stanchezza sono i sintomi principali. Sintomi che, per la dottoressa Giada Cardarilli, appartengono alla dimensione psicologica.

Leggi tutto

But there is no solution once and for all;

each solution opens another universe.

It takes a long time to find out who is the bigger nuisance-

the doubter or the believer.

Go on asking the same questions as often as you like

and i will answer it if i can,

although probably in a different way each time.

W.R.Bion

 

C’è una frase di Kant che mi sembra significativa per introdurre Bion: “ le intuizioni senza concetti sono cieche, i concetti senza intuizioni sono vuoti”, Kant sosteneva che l’intuizione che è cieca e il concetto isolato che è vuoto possono essere integrati in modo tale da dare origine ad un pensiero completo e maturo.

Leggi tutto

Titolo della tesi: Approccio integrato alla diagnosi, strategie terapeutiche e prospettive riabilitative per i pazienti affetti da PNES.
In neurologia le crisi psicogene non-epilettiche (Pnes: Psychogenic Non-Epileptic Seizures) , un tempo note come “crisi isteriche”, sono eventi parossistici e involontari o modificazioni del comportamento caratterizzate da un’improvvisa e temporanea alterazione del controllo motorio, sensoriale, cognitivo ed emozionale che rispecchiano i contenuti critici dell’epilessia, ma alla cui origine non sottostanno né alterazioni organiche, né modificazioni patologiche all’EEG.
Il gold standard per la diagnosi delle crisi psicogene non epilettiche è la Video Elettroencefalografia, che registra simultaneamente il comportamento del paziente e l'attività elettrica del suo cervello.

Leggi tutto

Alcuni sostengono che la mediazione familiare non è una pratica per la risoluzione dei conflitti, ma una pratica che punta a mettere le parti in condizione di uscire da situazioni di impasse, un percorso che aiuta ad evitare gli effetti di un conflitto distruttivo.

Il mediatore in questa prospettiva deve tenere presente che il conflitto può essere un danno o un’opportunità, inoltre non deve avere paura del conflitto, non lo deve temere poichè contiene sia forze distruttrici che costruttive che forniscono l’energia per trovare soluzioni innovative nel pensare e nell’agire delle persone. Se c’è conflitto il mediatore cerca di mantenerlo entro limiti sopportabili, se sussiste ma è sotto traccia, celato dai silenzi lo può far emergere per affrontarlo insieme alla coppia.

Leggi tutto

Il trattamento della paranoia dal punto di vista psicodinamico e lacaniano

Introduzione al concetto di Paranoia

Nella storia della psichiatria molto si è detto a proposito della paranoia, un disturbo psicotico che nelle diverse epoche storiche ha avuto sempre molta difficoltà ad essere definito. Trattato con imprecisioni terminologiche e confusioni diagnostiche, non si presta ad una descrizione lineare. A tutt’ oggi continuano a sussistere delle divergenze tra le diverse scuole psichiatriche e psicologiche. Qui di seguito una presentazione in linea generale sullo sviluppo teorico della paranoia.

Leggi tutto

Vorrei premettere che per queste mie riflessioni generali sui pazienti in questione mi rifaccio quasi interamente alle considerazioni riportate nella parte conclusiva della mia tesi. Purtroppo per diversi motivi, alcuni dei quali sotto elencati, non ho potuto “sperimentare” (per poi descrivere) in maniera attiva quello che sarebbe stato il capitolo della tesi dedicato alla riabilitazione di questi pazienti.

Ad oggi infatti non esiste una riabilitazione mirata per queste persone!! La mia inesperienza e le mie povere armi non mi hanno permesso di muovermi con facilità in questo ambito ancora così ostile e vasto. La letteratura a riguardo poi non mi è stata d'aiuto, essendo praticamente inesistente!

Tuttavia, essendo totalmente affascinata da questo argomento che ancora oggi fa discutere psichiatri, neurologi e psicologi; non ho saputo resistere! Posso però dire che questo limite della tesi mi ha dato l'occasione di riflettere in maniera critica su questo argomento …

Leggi tutto

Tesi di laurea in Scienze e tecniche psicologiche

Introduzione

In questa introduzione si vuole offrire una panoramica delle diverse tipologie di mediazioni familiari. Considerando le loro definizioni si prospetterà un quadro più chiaro dei diversi modi di fare mediazione. Lo scopo delle diverse mediazioni è comunque quello di usufruire di uno spazio e di un tempo che permetta la manifestazione delle emozioni, il loro confronto e l’identificazione dei sentimenti che sono all’origine della rottura della coppia.

Leggi tutto

Quando nasce una Mamma

Il numero dei bambini che nascono prematuri ( prima della 37/a settimana di gestazione) in Italia è in crescente aumento, circa 40 mila ogni anno. Secondo L'OMS nel mondo sono circa 13 milioni.

Un problema di salute pubblica che è importante considerare dal punto di vista della prevenzione, cura e assistenza senza tralasciare la dimensione psicologica che qui tratteremo dal punto di vista della dimensione materna.

Diventare mamma di un bambino nato pretermine che così piccolo ed immaturo deve lottare con tutte le sue forze per vivere, è un'esperienza il piu delle volte inaspettata, complessa e molto dolorosa.

Leggi tutto

Progetto di prevenzione che tratta le “dipendenze2 da sostanze (droga, alcol e nicotina), ma che pone l’attenzione soprattutto alle nuove forme di dipendenza (tecnologica, internet e gioco d’azzardo). Si è scelto di focalizzare l’attenzione sui giovani adolescenti poiché questa fase di sviluppo costituisce un periodo di rischio; le vulnerabilità rilevatesi nell’infanzia possono accentuarsi in concomitanza con l’affacciarsi dei nuovi compiti evolutivi, che comportano tra l’altro, processi di distacco dalle figure parentali.

Questa “fragilità” può essere influenzata dai diversi mezzi di comunicazione; basti pensare alla massiccia presenza della pubblicità che incoraggia sempre più al gioco d’azzardo, al consumo di tecnologia e di internet. La prevenzione che il progetto intende offrire, utilizza strategie non improntate all’allarmismo quanto interventi orientati a capire, a dare senso e significato alle azioni dei ragazzi per offriee loro spazi di partecipazione, parola e pensiero, per attivare processi di pensiero consapevolezza e di assunzione di responsabilità.

Leggi tutto

Il nostro impegno

Comunicazione

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web.

Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su Approvo, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo